Check for details
 

Internazionali, Seppi e Baldi: che peccato!

Internazionali, Seppi e Baldi: che peccato!

Andreas Seppi e Filippo Baldi sono usciti di scena all’esordio agli Internazionali BNL d’Italia. Nel match che ha aperto il programma sul Centrale, dopo uno slittamento di due ore e mezza per via della pioggia, il 34enne di Caldaro, numero 49 Atp, in tabellone con una wild card, non è riuscito a sovvertire il pronostico con il francese Lucas Pouille, numero 16 Atp e del seeding: 62 46 76(3), in due ore e 5 minuti, il punteggio in favore del 24enne di Grande-Synthe che ha confermato così il risultato del match dei quarti di finale di Coppa Davis a Genova un mese fa, vinto in cinque set.

La cronaca. Il secondo testa a testa fra i due ha visto l’altoatesino cedere il servizio nel game di apertura, trovandosi ad inseguire fin da subito (0-2). Un secondo break (4-1) ha consentito al francese di prendere il largo e aggiudicarsi la prima frazione per 62 dopo 28 minuti grazie ad un errore di Seppi. Nel secondo set turni di battuta regolari (l’azzurro ha salvato un’opportunità di break sul 3-3) fino all’ottavo gioco, quando Andreas ha strappato il servizio a Pouille alla seconda chance e ha pareggiato il conto portando la sfida al terzo. Seppi non ha sfruttato una palla break (30-40) nel terzo game, però è riuscito a togliere il servizio al 24enne di Grande-Synthe nel quinto gioco salendo sul 3-2. L’altoatesino non ha sfruttato tre palle (le prime due consecutive) per allungare sul 4-2, incassando l’immediato contro-break. Equilibrio che si è protratto fino al 6-6, rendendo necessario il “gioco decisivo” per decretare l’avversario di Kyle Edmund al secondo turno: Pouille si è portato avanti 4 a 1, vantaggio che ha conservato per chiudere 7 a 3 con un diritto lungo dell’azzurro.

Semaforo rosso anche per Filippo Baldi, numero 370 Atp, promosso dalle qualificazioni: il 22enne di Vigevano sulla Next Gen Arena ha lottato alla pari per tre set con il georgiano Nikoloz Basilashvili, numero 74 del ranking mondiale, anche lui qualificato (primo confronto diretto fra i due), finendo per arrendersi per 64 46 64, dopo due ore di gioco.

La cronaca. Dopo aver mancato una chance di break nel secondo gioco, il giovane lombardo ha ceduto per primo il servizio, al settimo game (3-4), break che ha consentito al georgiano di incamerare il primo set, sotto gli occhi anche di Marian Vajda, coach di Novak Djokovic, avversario del vincente al secondo turno. Nella seconda partita immediata la reazione di Baldi, che ha tolto la battuta a Basilashvili nel quarto game volando sul 4-1 in suo favore. Però il rivale ha saputo piazzare il contro-break al settimo gioco, riagganciandolo sul 4-4 per poi procurarsi anche una chance del 5-4, sciupata con un errore di diritto. E’ stato comunque Filippo ad avere lo sprint giusto per aggiudicarsi la frazione (64). Nel terzo tuttavia il tennista di Vigevano ha ceduto la battuta nel quinto game (diritto fuori), vantaggio che il 26enne di Tbilisi ha saputo conservare, non senza qualche difficoltà, proseguendo il suo cammino nel torneo romano.

In campo oggi altri due tennisti italiani, impegnati invece nel secondo turno, dove sono approdati ben quattro azzurri (non accadeva dal 2010: Volandri, Lorenzi, Starace e Bolelli).
Dopo l’exploit di domenica ai danni del francese Adrian Mannarino, numero 27 del ranking mondiale, Lorenzo Sonego, numero 140 Atp, 23 anni compiuti venerdì, che si è guadagnato un posto nel main draw vincendo le pre-qualificazioni, si gioca un posto negli ottavi con il tedesco Peter Gojowczyk, numero 53 del ranking mondiale: tra i due non ci sono precedenti.

Sul Pietrangeli, dove ieri ha eliminato l’uruguaiano Pablo Cuevas, numero 71 del ranking mondiale, Marco Cecchinato, numero 73 Atp, pure lui in gara con una wild card, sfida il belga David Goffin, numero 10 della classifica mondiale e nona testa di serie: anche in questo caso si tratta di un confronto inedito per il 25enne di Palermo.

Al secondo turno sono in lizza anche Matteo Berrettini e Fabio Fognini. Dopo aver sgambettato il Next Gen statunitense Frances Tiafoe, numero 63 Atp, proveniente dalle qualificazioni, il 22enne romano, numero 103 del ranking mondiale, in tabellone con una wild card, troverà dall’altra parte della rete il tedesco Alexander Zverev, numero 3 del mondo e secondo favorito del tabellone, nonché campione in carica, reduce dai titoli back to back a Monaco e Madrid: non ci sono precedenti tra il capitolino e il leader Next Gen.

Dal canto suo Fabio Fognini, numero 21 Atp, che ha cominciato con il piede giusto la sua avventura capitolina dominando il francese Gael Monfils, numero 39 Atp, centrando il 300esimo successo nel circuito, si misurerà al secondo turno con l’austriaco Dominic Thiem, numero 8 della classifica mondiale e sesta testa di serie, reduce dalla finale nel “1000” di Madrid: il 24enne di Wiener Neustadt si è aggiudicato entrambi i precedenti, al “1000” di Cincinnati 2017 e a Monaco nel 2015.

Fonte: http://www.internazionalibnlditalia.com/news/in-evidenza/seppi-e-baldi-peccatocedono-in-3-set-al-debutto/

Seguici anche nei nostri Social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *