Check for details
 

Centurion: “Ho fatto uso di droghe e amo le armi”

Centurion: “Ho fatto uso di droghe e amo le armi”

Ha perso il padre da bambino, è nato in una realtà difficile tra armi e criminalità. L’ex Genoa Centurion si è confessato ad una tv argentina, svelando il suo passato difficile e le conseguenze ha portato nella sua vita: ““Mi piacciono le armi, ma non ho mai commesso un delitto. Armato ho fatto anche delle foto, in un barrio di San Nicolas, prima di diventare professionista. Se fossi cresciuto con gli yacht, avrei fatto foto con gli yacht. Ma non ho avuto questa fortuna. Quando ho debuttato in Primera, è capitato tutto insieme e ho cominciato a usare marijuana. Oggi ci sono controlli antidoping a sorpresa, se ti trovano positivo è una macchia che non riesci a toglierti. Ma prima facevano controlli una volta a settimana, ed era diverso. Però sì – ha ammesso – ho provato droghe. Ho avuto un’infanzia difficile, sono cresciuto in una città, vicino Avellaneda, dove oggi non posso tornare – ha proseguito l’ex Genoa –. Tutto questo per invidia, molta invidia. E la mia famiglia ne soffre. Ho perso mio padre che ero molto piccolo: lavorava in una fabbrica illegale di fuochi d’artificio, in nero. Non si sa come, ma un giorno è esplosa: erano sette impiegati e morirono tutti. Io avevo cinque anni e lì è cominciata una nuova vita. Se non lo vedo per foto, non mi ricordo di lui”.

Seguici anche nei nostri Social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *