Simone Biles, fenomeno senza precedenti:poker di ori olimpici

Simone Biles, fenomeno senza precedenti:poker di ori olimpici

Se qualcuno avesse avuto ancora dei dubbi, Simone Biles ha schiarito definitivamente le idee a tutti: è lei la ginnasta più forte di tutti i tempi.

La tre volte campionessa del mondo (2013, 2014 e 2015) ha coronato un quadriennio straordinario vincendo ben quattro ori olimpici ai Giochi di Rio de Janeiro 2016.

Oro nel concorso a squadre, campionessa assoluta nell’all-around, trionfatrice al volteggio e regina al corpolibero. Solo durante la finale alla trave ha mostrato un’incertezza, aggiudicandosi comunque il bronzo, per un totale di 5 medaglie olimpiche complessive: un bottino incredibile che va a segnare in maniera indelebile la storia della ginnastica artistica.

Simone Biles ha incantato l’intero pianeta grazie ai suoi esercizi altamente complessi, tutti eseguiti con grande ampiezza ed estrema precisione. Quello che stupisce inoltre è l’apparente facilità con la quale Simone riesce ad eseguire evoluzioni ritenute impensabili fino a pochi anni fa.

“The greatest” (così soprannominata dai fan americani) ha letteralmente dominato il concorso generale: ha vinto con oltre 2 punti di vantaggio sulla connazionale Alexandra Raisman, seconda classificata. Ciò significa che per conquistare il titolo la Biles avrebbe potuto persino permettersi una caduta.

Sempre sorridente, umile, disponibile verso le compagne, è diventata la nuova icona del movimento ginnico mondiale.

E pensare che il suo passato non è stato affatto semplice; la 19enne di Columbus è cresciuta con i nonni poiché la mamma aveva problemi di alcool e droga.

Sin da piccolissima si avvicinò alla ginnastica artistica ma il suo talento non emerse immediatamente.

Più tardi, sotto la guida dell’allenatrice Aimee Boorman, Simone ha intrapreso il percorso vincente e nel 2011 è entrata a far parte della Nazionale Junior statunitense. Da quel momento non si è più fermata sino a diventare l’imbattibile ginnasta che è oggi.

Francesca Maggiolini

Seguici anche nei nostri Social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *