Simon Biles dopata ? Facciamo chiarezza

Simon Biles dopata ? Facciamo chiarezza

biles

Martedì 13 settembre, un gruppo di hacker russi è riuscito ad introdursi nei server della WADA, l’agenzia mondiale dell’antidoping. Sono così state rivelate tutte le informazioni, chiaramente private, riguardanti la salute di alcuni atleti americani, tra cui Simone Biles, la regina della ginnastica artistica.

Dai documenti è emerso che la Biles sia risultata più volte positiva ai test antidoping per aver fatto uso di sostanze illecite.

A quanto pare però, queste sostanze venivano regolarmente prescritte alla ginnasta, poiché rientravano nel TUE (permesso a fini terapeutici). La Federazione Internazionale autorizzava quindi Simone Biles ad assumere i farmaci in questione, proibiti dalla Wada ma riconosciuti come indispensabili per la salute dell’atleta.

Stiamo parlando di anfetamine e sostanze psicostimolanti, che in dosi massicce possono ridurre la sensazione di affaticamento, cosa che nella ginnastica può evidentemente creare del vantaggio.

Simone ha dichiarato di essere affetta da ADHD (disturbo da deficit dell’attenzione e iperattività), sin da quando era bambina.

In dosi adeguate e se controllati da chi di dovere, l’unico principale effetto di tali medicinali è quello di colmare quel deficit di attenzione di cui soffre il paziente.

Crolla così ogni tipo di possibile accusa ai danni dell’atleta, che avrebbe altrimenti rischiato, oltre alla squalifica, di perdere tutti i risultati raggiunti dal 2012 ad oggi.

Certo è che il dubbio rimane; ci auguriamo che verranno fatte approfondite indagini soprattutto sulla veridicità dei certificati che attestano la diagnosi di ADHD.

Seguici anche nei nostri Social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *