Check for details
 

Champions e Europa League: il quadro della giornata europea

Champions e Europa League: il quadro della giornata europea

CHAMPIONS LEAGUE

Ottavo di finale di ritorno, tempo di verdetti. C’è chi spera in una rimonta e chi deve mantenere il vantaggio acquisito all’andata. I quarti di finale sono a 90 minuti di distanza e tra stasera e domani 8 squadre conosceranno il loro destino europeo. Si parte subito con la partita più attesa, quella tra Paris Saint Germain e Real Madrid. Nella partita d’andata ha avuto la meglio la squadra spagnola per 3-1 grazie alla doppietta di Cristiano Ronaldo e al gol quasi allo scadere di Marcelo. Guai ad abbassare la guardia però, ieri Zidane in conferenza stampa è stato chiaro: “Troveremo un ambiente infuocato, il vantaggio acquisito non conta. Ci sarà da soffrire”. Dal canto suo il PSG potrà contare su un Parco dei Principi determinato a spingere la squadra di Emery ai quarti di finale. I parigini però dovranno fare a meno di Neymar, costretto ai box per almeno un altro mese e mezzo. L’altro match in programma stasera è quello tra Liverpool e Porto, che in realtà però ha poco da dire alla luce del risultato dell’andata. Doveva essere un incrocio intrigante, si è trasformata in una passeggiata per la squadra di Klopp che ha travolto i portoghesi con un sonoro 5-0, ipotecando il passaggio ai quarti con 90 minuti d’anticipo.

Domani sera sarà il turno dell’unica italiana ancora impegnata in Champions. La Juventus sarà chiamata alla vittoria, o ad un pareggio ricco di reti (minimo 3-3), contro il Tottenham per conquistare il passaggio del turno. Ma gli Spurs sono avvertiti: la squadra bianconera non molla mai. E il gol di Dybala al 93’ contro la Lazio sta lì a dimostrarlo. Inoltre i bianconeri possono contare anche sul favore della statistiche: infatti dopo un pareggio all’andata per 6 volte, sulle 7 complessive, alla fine sono riusciti a passare il turno. Scongiuri autorizzati, ma con Higuain tornato a disposizione la squadra di Allegri può sperare in qualsiasi risultato. Chiude il quadro della Champions la sfida, ormai quasi a senso unico, tra Manchester City e Basilea. Dopo il 4-0 dell’andata, infatti, la squadra di Guardiola è già con un piede e mezzo ai quarti di finali.

EUROPA LEAGUE

Qui niente suddivisioni in più giornate, tutte le 16 squadre saranno impegnate giovedì sera per l’andata degli ottavi di finale. L’Italia sarà rappresentata da Lazio e Milan, impegnate rispettivamente contro Dinamo Kiev e Arsenal. La squadra biancoceleste è reduce da una sconfitta che fa ancora male, specie per come è arrivata. Il gol al 93’ di Dybala ha spento le speranze ottenere un punto prezioso in chiave Champions contro la Juventus. Ma niente drammi, Inzaghi vuole subito ripartire al meglio per smaltire la delusione e proseguire il cammino europeo che potrebbe dare molte soddisfazioni al popolo biancoceleste. Per farlo non farà calcoli e schiererà la formazione migliore, al netto di infortuni e condizione non ottimale. Di fronte si troverà la Dinamo Kiev, squadra da non sottovalutare sotto il punto di vista tecnico e soprattutto ambientale in vista del ritorno in Ucraina.

Sfida ancor più complicata per il Milan, che contro l’Arsenal torna ad assaporare lampi di grande calcio. Dopo un lungo, e inusuale, periodo lontana dalle maggiori competizioni europee, la squadra rossonera sarà protagonista di una sfida contro una delle grandi di Premier League. La squadra di Gattuso è reduce da un periodo di forma straordinario coinciso con la rincorsa alla zona Champions League e alla qualificazione in finale di Coppa Italia. Per questo vorrà dare continuità di risultati anche in Europa. Chiudono il turno di Europa League le sfide tra Borussia Dortmund e Salisburgo, Cska Mosca-Lione, Atletico Madrid-Lokomotiv Mosca, Sporting-Viktoria Plzen, Marsiglia-Athletic Bilbao e Lipsia-Zenit.  

Seguici anche nei nostri Social:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *