Immobile porta la Lazio al quarto posto

Ciro Immobile regala il quarto posto in classifica alla Lazio affondando il Bologna con una sua doppietta. Al Dall’Ara finisce 2-0 per gli uomini di Inzaghi che sfruttano il passo falso dell’Atalanta e restano in scia del terzo posto difeso dal Napoli, sempre a quattro punti. La Lazio mette subito le cose in chiaro al Dall’Ara passando in vantaggio dopo appena 9′ con un colpo di testa di Immobile su cross laterale di Lulic. L’attaccante napoletano potrebbe raddoppiare pochi minuti più tardi quando, lanciato in profondità da Biglia, entra in area e manda sul fondo a tu per tu con Mirante. Al 22′ il numero uno emiliano ringrazia il secondo controllo difettoso di Felipe Anderson (lanciato verso la porta da un filtrante di Milinkovic-Savic) e blocca a terra. Poco prima della mezz’ora tocca al serbo presentarsi davanti all’estremo difensore rossoblu, ma questa volta gli applausi sono tutti per il portiere di casa che risponde con i piedi alla conclusione. La Lazio rischia solo su una punizione di Viviani col pallone che passa sotto la barriera, ma trova pronto in presa Strakosha. Nel finale di tempo Biglia perde il pallone al limite sulla pressione di Viviani e lo consegna a Petkovic che, solo davanti a Strakosha, chiude troppo il tiro e manda sul fondo.

Nella ripresa il Bologna entra con un altro spirito, più intraprendente, ma non basta per far male a una Lazio ben messa in campo e fisicamente in ottima forma. Lo dimostra Felipe Anderson al 17′ quando va via di forza a Helander (subendo anche fallo), entra in area e serve agli undici metri Immobile che si accentra e col destro trova la risposta di Mirante. Alla mezz’ora, però, l’attaccante napoletano non sbaglia sulla verticalizzazione di Milinkovic-Savic: destro, a tu per tu con Mirante, e palla che si insacca nuovamente in rete. I padroni di casa non hanno la forza di reagire, Donadoni prova a dare una scossa ai suoi con i cambi, ma la gara è ormai compromessa. Gli emiliani sono poca cosa e Strakosha deve impegnarsi solo su un calcio di punizione dai 20 metri di Dzemaili. In pieno recupero Parolo sfiora il gol dello 0-3 e termina il match.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *